Importante! Lo Psicoterapeuta cosa valutare prima di scegliere.

//Importante! Lo Psicoterapeuta cosa valutare prima di scegliere.

Salve, Se sei arrivato su questa pagina e’ per curiosità o forse perché  stai cercando uno psicologo e Psicoterapeuta a cui affidarti per un consulto o una psicoterapia. Scegliere il professionista giusto può essere meno facile di quanto si pensi ed i dubbi possono essere molteplici. Per quanto mi riguarda proverò ad aiutarti  fornendoti alcune indicazioni che possono sostenerti nella tua scelta.

La prima questione   è quella di capire meglio cosa è una psicoterapia e come può essere utile.

Purtroppo molte persone sconoscono cosa vuol dire psicoterapia ed Io brevemente proverò a farlo capire a modo mio.

Se la psicologia è la scienza che studia come ed in che modo si possono sviluppare i disturbi psicologici quali ansia ed attacchi di panico, depressione, ossessioni e compulsioni, alimentari, dipendenze, traumi,  etc…, la psicoterapia è l’approccio scientifico che sviluppa i metodi di intervento per guarire da un disturbo psicologico. Metaforicamente parlando, secondo un modello fisiologico la psicologia studia i muscoli rispetto a come sono e quali funzioni rivestono, mentre la psicoterapia sviluppa programmi di lavoro per fare sviluppare i muscoli in maniera eccellente rispetto alle loro caratteristiche e funzionalità. Esistono diversi modelli  di psicoterapia per i disturbi d’ansia e depressivi; la Psicoterapia più accreditata scientificamente  per efficacia  è quella Cognitivo Comportamentale. Certamente essendo io uno Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, il mio giudizio può apparire di parte e lo capisco, ma non è così. Quello che so, è che questo approccio ha di bello che spiega alle persone cosa gli sta accadendo ed in che modo loro possono essere attivamente partecipi del lavoro da svolgere, molto concreto,  per guarire dal disturbo. Per quanto mi riguarda oltre del modello Cognitivo Comportamentale Io sono anche un esperto certificato nell’utilizzo di altri approcci  come l’Ipnosi, L’E.M.D.R e il Coaching in P.N.L. Ad ogni modo conservo un grande rispetto sia per gli altri modelli psicoterapeutici sia per i colleghi che li utilizzano, fermo restando  che svolgano  il loro lavoro con passione, etica  e professionalità.

La seconda questione è: di chi posso fidarmi e quali possono essere i benefici di una psicoterapia?

Innanzitutto più che partire dalla persona di cui fidarsi, inizia dal diffidare da chi promette risultati certi e garantiti che vanno bene per tutti. Oggi alcuni per farsi pubblicità  ed attirare facilmente persone,  promettono risultati certi ed in tempi brevi. Chi afferma risultati efficaci al 100%  e tempi di guarigione certi dice il Falso ed è un mentitore certificato. La psicoterapia è una scienza che al pari di quella medica produce buoni risultati, ma questi cambiano da persona a persona e dal tipo di problema da affrontare. Secondo la mia esperienza la persona che sceglie di intraprendere  una psicoterapia produrra’ su di se’ un beneficio che può oscillare dal 30 al 50 %. Il beneficio del 30 al 50% è un risultato che non dipende dallo Psicoterapeuta a cui ti rivolgi né tanto meno dal suo modello terapeutico , ma da te stesso che hai iniziato a metterti in gioco, scegliendo di prenderti cura di te stesso e del tuo problema. Certo se hai la sfortuna di trovare un professionista incompetente, potresti anche perdere tutto il beneficio personale relativo alla tua decisione,  ma fortunatamente è molto raro che ciò possa accadere. Dall’altro lato, Il professionista serio e preparato, è in grado di aggiungere al beneficio di sopra  una ulteriore percentuale che può oscillare da 20 al 50%. Il valore di questo ulteriore beneficio è direttamente collegato a quanto lui è bravo, esperto  ed a quanto tra te e lui si creerà una buona e sincera alleanza terapeutica nel lavoro che svilupperete.

La terza questione è: Quali possono essere i tempi di guarigione da un disturbo o riduzione del disagio?

La prognosi di guarigione aumenta in maniera proporzionale rispetto a quanto tempestiva è la tua scelta di intraprendere il percorso terapeutico a partire da quando è iniziato  il tuo disagio. Tanto minore sara’ questo intervallo di tempo, tanto più probabile e più veloce sarà la guarigione o la riduzione del problema. Pertanto il mio suggerimento è quello di non fare trascorrere molto tempo dall’insorgenza del problema  prima di rivolgersi ad uno Psicoterapeuta. Quanto tempo occorre per guarire da un problema? Come già accennato, il tempo di guarigione cambia da persona a persona e da problema a problema. Per alcuni soggetti poche sedute possono essere sufficienti, per altri invece No. Dire anzitempo quanto tempo occorre per guarire da un problema senza tenere conto della risposta della persona e del suo problema, può certamente creare belle  illusioni, ma chi lo dice sta mentendo sapendo di mentire. Purtroppo a volte molte persone che incappano in situazioni simili, appena sono disilluse rispetto a quello che inizialmente veniva  loro promesso, perdono fiducia nella psicoterapia e rinunciano ad utilizzare tale strumento e magari a non riuscire a crederci più.

La quarta questione è: Come faccio a scegliere il mio Psicoterapeuta?

Innanzitutto fanno buon testo gli anni di esperienza che voi potete vedere  dalla data di iscrizione all’albo psicologi della regione di appartenenza. Se superano i 10 anni di esperienza è un buon dato. Altro dato oltre alla specializzazione di Psicoterapeuta  è la presenza di ulteriori competenze acquisite e certificate. Per quanto mi riguarda più sono le competenze certificate, maggiori sono le abilità che il professionista possiede per attaccare, risolvere o ridurre l’impatto di un disturbo psicologico. Altro dato che  può certamente aiutare per la scelta, sono le eventuali recensioni che le persone scrivono sul professionista. In questo caso occorre fare bene attenzione a leggere le recensioni, poiché potrebbe capitare che qualcuno le scriva da se’.Una buona lettura dei contenuti scritti e una buona quantità di recensioni, fanno facilmente capire se esse sono reali o frutto di fantasie. Certamente, nel dubbio, sarebbe preferibile che lo Psicoterapeuta ci fosse consigliato da un amico o da chi già si è avvalso delle sue competenze, ma purtroppo non è sempre così facile. Altro modo, forse un po’ dispendioso, ma certamente molto valido, è quello di avere un primo incontro e solo dopo  decidere se affidarsi a quel professionista oppure no. Come fate a capirlo? Semplice! Fidandovi  della vostra pancia, ovvero se durante e dopo l’incontro, vi siete sentite capiti,  se il professionista vi ha ispirato fiducia, competenza e chiarezza di contenuti sul lavoro da fare.

Con la speranza di essere stato utile, sia a chiarire alcune vostre curiosità , sia a capire su quali presupposti occorre orientarsi per fare una buona scelta  dello  Psicoterapeuta, vi ringrazio di avere visitato il mio sito.

 

 

No comments yet.

Leave a comment

Your email address will not be published.

Chiama
Mappa