admin

/admin

About admin

This author admin has created 50 entries.

Sei focalizzato sul problema o sulla soluzione?

Mi capita spesso di notare come delle volte utilizziamo male le nostre risorse positive. Le risorse positive, quali ad esempio possono essere l’impegno, la determinazione, la volontà, l’intelligenza ecc.., in molti casi possono essere utilizzati a proprio svantaggio e con grande dispendio di energie. Per esempio utilizzare la propria intelligenza per rimuginare continuamente sui propri errori e su quanto di negativo ci portiamo dal nostro passato e’ un modo molto efficace per  disperarsi e impegnare negativamente le proprie risorse positive.

Il nostro cervello un potentissimo computer in grado di auto riprogrammarsi

E’ risaputo che ogni essere umano e’ differente da un altro. Le differenze riguardano gli aspetti fisici, le passioni, i valori ed il modo di reagire. La convinzione comune e’ che queste diversità esistano a prescindere dalla  nostra storia personale, dall’esperienze e dalla cultura. Motivo per cui descriviamo noi stessi in modo  rigido, escludendo  a priori che alla base del nostro modo di essere ci sia stato una evoluzione di continui cambiamenti. Cambiamenti che iniziano a generarsi fin dalla nascita

Alla ricerca di un sè grandioso che rende l’uomo disperato e incline al suicidio

Diverso tempo fa Pirandello, un famoso scrittore Siciliano, aveva fatto riferimento in una sua opera, alle differenti maschere che l’individuo utilizza quotidianamente a seconda del contesto in cui si trova. Pirandello aveva messo in evidenza come ogni persona potesse agire con atteggiamenti e stili differenti rispetto alla situazione in cui si fosse trovato. Per Pirandello la maschera indossata viene a rappresentare uno strumento molto efficace per accordare due obiettivi. Il primo obiettivo è quello di utilizzare la maschera più adatta

Le emozioni, un bene o un male nella vita dell’uomo?

Se parlando delle emozioni mettiamo in evidenza la gioia, l’entusiasmo, la felicità, la fiducia, ecc..; certamente tutti saremmo portati a rispondere che le emozioni sono un bene nella vita dell’uomo. Dall’altra parte se invece spostiamo lo sguardo verso altre emozioni quali la paura, la tristezza, la rabbia, la sfiducia, l’anedonia, ecc..; saremmo invece portati a rispondere che le emozioni sono un male nella vita dell’uomo. Così come l’oscillazione di un aereo in volo durante una turbolenza d’aria può apparire un

Cosa e’ un Disturbo da Attacchi di Panico e come guarirne.

L’attacco di panico e’ una reazione d’ansia molto intensa che si può generare in concomitanza ad eventi percepiti come pericolosi. Nell’attacco di panico la persona sperimenta delle sensazioni che percepisce come molto fastidiosi, quali possono essere sudorazioni, tachicardia, tremori, confusione mentale, tensione, giramenti di testa, oppressioni al petto, conati di vomito ecc. Contemporaneamente a queste sensazioni spiacevoli alla persona capita di avere dei pensieri negativi quali quelli di potere svenire, di avere un infarto, di perdere il controllo di se’.

Le emozioni negative, sono i tuoi più potenti e utili dispositivi di guida.

Le emozioni sono presenti ed universali in tutte le razze umane. Paul Ekman, lo studioso che più di altri ha investigato sulle emozioni, ha distinto sei principali emozioni che sono: Felicità, Sorpresa, Disgusto, Rabbia, Paura, Tristezza. Nella realtà si distinguono una più ampia classe di emozioni, ma questo approfondimento non è rilevante per lo scopo dell’argomento che stiamo trattando. Le emozioni sono un modo naturale di reagire del nostro organismo a secondo se ci troviamo davanti ad una situazione piacevole,

Articoli di Psicologia

Pubblicazioni curati dal dott leonardo fricano Ogni pubblicazione  è  pensata  per offrire chiarimenti, stimolare riflessioni e suggerire piani d’azione utili a migliorare il proprio benessere. Ogni mese sarà aggiunto un articolo nuovo L’interesse e l’orginalità degli articoli, uniti alla voglia di scrivere in maniera semplice, sono i punti di forza che desidero offrire ai lettori. Se desiderate saranno graditi  i commenti che vorrete inviarmi sull’argomento trattato. Vi auguro una piacevole e rilassante lettura. Diventare Protagonisti del proprio Benessere *  Come trasformare in vantaggio il malessere psicologico * 

Come la psicoterapia cognitivo comportamentale cura i disturbi d’ansia

Il trattamento dei disturbi d’ansia nella psicoterapia cognitivo comportamentale si svolge in una maniera molto semplice. I primi tre o quattro incontri sono dedicati alla conoscenza di cosa disturba il paziente. Il colloquio e la somministrazione di alcuni test, sono gli strumenti che lo psicoterapeuta utilizza per fare un focus sul problema e quali sono le “convinzioni” e i comportamenti disfunzionali” (leggere i paragrafi precedenti) che lo alimentano. Dopo i colloqui preliminari di valutazione, lo psicoterapeuta  condivide le sue conclusioni

Le “meta preoccupazioni”, i motori responsabili dei disturbi d’ansia

Le “meta preoccupazioni” sono le principali cause cognitive che generano circoli viziosi di mantenimento  dei disturbi d’ansia. La psicologia cognitivo comportamentale differenzia due livelli di preoccupazioni, quelli primari e quelli secondari. Le “meta preoccupazioni” sono quelle che si collocano a livello secondario. Per capire meglio, prendiamo il caso di un ragazzo preoccupato per un esame scolastico che dovrà sostenere a breve. Questo tipo di preoccupazione  è di primo livello in quanto  ha origine da una questione concreta, l’esame da affrontare.

L’ABC dei disturbi d’ansia

Nell’articolo precedente si è detto che inquadrare il “problema” nell’ansia equivale a credere che essa è il “pericolo” da evitare. Si è anche messo in risalto che la conseguenza di tale convinzione  è quella di attivare l’ansia anzitempo, poiché l’ansia è il dispositivo naturale che l’organismo  attiva dinnanzi alla previsione di  un “pericolo”.  Questa constatazione  mette in rilievo  come una convinzione “errata” (ansia = pericolo), è in grado di innescare e mantenere un circuito ansiogeno. La teoria cognitivo comportamentale puntualizza,

Chiama
Mappa